Stampa
Categoria principale: 3.2 Risorgimento
Categoria: 3.2.1 Moti Insurrezionali e Repressioni
Visite: 1569

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Carbonari“ Lorenzo de Concilj o liberalismo irpino “

( di Vincenzo Cannaviello, Napoli, 1913, pg. 17 - 18b )

………………..

   Il Principato Ultra , che comprendeva in proporzione più liberali delle altre regioni ed aveva il nome Carbonaro di «Regione Irpina», era diviso in tre tribù : la Partenia, corrispondente all'Ordone centrale di Avellino ; la Giannicola , a quello di Ariano ; la Gracca sull'Ofanto Illuminato,

a quello di S. Angelo dei Lombardi. E ogni paese della Regione, ogni Comune aveva la sua vendita o le sue vendite con denominazioni che impegnavano un programma di virtù e di patriottismo. Era un'organizzazione settaria così larga e ramificata e divenuta così potente nel 1820, che da un suo generale movimento non sarebbero derivati lievi effetti. Non è fuor di luogo percorrere un po' tutto questo campo minato (1) del Principato Ulteriore, per la cui esplosione non sarebbe bisognato che un filo di polvere accesa , e questo doveva essere il baldo squadrone rivoluzionario avanzantesi da Nola. Le vendite che son riuscito ad accertare erano : in Avellino: Jacopo Ortis ; L'indipendenza Irpina; Gli allievi di Alcide; I Veri Martiri; I nemici della tirannia ; I seguaci di Platone (o di Catone?); Gli Indipendenti — in Aiello: La Forzain Altavilla: Lo splendore del Sole; I seguaci della Clemenza di Titoin Atripalda : I seguaci di Attilio Regolo - nell' Arianese : Il fosco

Monte rischiarato; I veri Amici dell' Umanità — In Avella : I seguaci di Scipione , vendita delle più esaltate istallata da Nicola Luciano, agente del De Conciljin Bellizzi: La Fedeltà Medica; Gli Orazi — in Bonito : I figli di Erennio — in Candida : I Decisi sulle Sponde bianche — in Capriglia : I Pitti del Partenio — in Carife : L'Amore della Patria — in Cervinara : Il trionfo della Costanza in Cesinale : I Giardinieri Irpini — in Dentecane : La Famiglia di Dentecane; La Fedeltà di Bruto in Fontanarosa : I prodi Spartani — in Forino : I Carbonari decisi ; I nemici dei Tiranni ; I figli di Bruto — in Grottaminarda : I veri figli del Calvario — in Lapio : I famosi Luculli -- in Luogosano : L' avvilimento di Nembrot — in Manocalzati :Gli Intrepidi — in Mirabella : La Fenice risorta sulle ruine di Eclano — in Montefalcione : Gli allievi di Attilio Regolo — in Monteforte : I figli del Sole; I figli della Vittoria — in Montefrédane : I veri amici dell’Uomo ; Onore e Virtù — in Montefusco: I seguaci di Temistocle — in Montella : La Clemenza di Tito - in Montemiletto : Il campo di Marte; La Perfetta Filantropia — in Montoro (allora aggregata a Salerno): I Socratici risorti – in Banzano, frazione di Montoro : I Nemici dell'oppressione — in Piazza di Pandola , altra frazione: I figli di Giuditta — in Mugnano: Gli schiavi in Libertà — in Nusco : La Prudenza ; I figli della Patria — in Picarelli : I seguaci del Redentore — in Prata : I rivendicatori della Patria- in Pratola e Serra : I figli della Madonna della Rigenerazione — in Quaglietta : La Carità Fraterna - in Sant'Agata di sotto : I figli della Ragione - in Sant'Angelo all'Esca: Temistocle — in Sant'Angelo a Scala ed Ospedaletto : I veri Carbonari — in San Mango : Gli allievi degli Orazi — in San Martino Valle Caudina : I figli di Bruto — in San Michele : I seguaci di Cassio — in Serino : I leoni del Monte Terminio — in Sirignano : La Virtù premiata — in Solofra: I Bradamanti; I difensori della Libertà ; I novelli Greci — in Taurasi : I seguaci di Clelia — in Torelli di Mercogliano: Gli Irpini al Campo del Gaudo — in Tufo : La Fermezza sul Sabato --in Vallata : La Risurrezione — in Valle e Mercogliano : I Carbonari costanti - in Volturara : La costanza invincibile — in Zungoli: I Compromessi — e tante altre vendite ancora che, a Costituzione ottenuta, sfileranno in Napoli il 9 luglio 1820 in dimostrazione solenne dinanzi alla Reggia dei Borboni.

  1. Anzi è utilissimo sì che ho sentito il bisogno di intercalare, a pubblicazione già fatta, le seguenti 2 pagine straordinarie, non appena la paziente indagine e non completa nell'immenso Processo di Monteforte (Gr. Arch. di St. di Napoli, 5336, passim) mi ha portato a scoprire le Vendite Carbonare di molti e molti dei Comuni dell' Irpinia – V. Cannaviello.

 

La regola generale della legge sul diritto d’autore stabilisce che un’opera diventa di pubblico dominio dopo 70 anni dalla morte dell’autore. E’ comunque sempre vietata la fotoriproduzione di opere di pubblico dominio per fini commerciali e di sfruttamento economico. Secondo l’art. 70 di questa legge “…il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini (15% di un libro o fascicolo di rivista, escluse le pagine di pubblicità) e se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica…….” La riproduzione parziale di questo testo non ha fini di lucro né fini commerciali e viene proposta ai lettori di altavillahistorica per il solo uso di studio personale.