Stampa
Categoria principale: 3.2 Risorgimento
Categoria: 3.2.1 Moti Insurrezionali e Repressioni
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La rivista “IRPINIA” (1929-34), organo ufficiale della “Società Storica Irpina” fu un periodico di grande spessore culturale e vi collaborarono illustri studiosi come Carlo Muscetta, Francesco De Santis e molti altri. Nel fascicolo qui riportato è contenuto un interessante articolo di Vincenzo Cannaviello sulla carboneria la quale fu particolarmente attiva nel nostro territorio, il Principato Ultra. Questa società segreta, sorta nell’Italia meridionale, da alcuni studiosi ritenuta come scisma interno alla massoneria, si diffuse negli altri stati italiani allo scopo di opporsi ai governi assoluti e ottenere la concessione di uno statuto. Altri articoli e documenti sulla carboneria sono già presenti nell’archivio di altavillahistorica.

 

Cannaviello carboneriaPU 00001

 

La regola generale della legge sul diritto d’autore stabilisce che un’opera diventa di pubblico dominio dopo 70 anni dalla morte dell’autore. E’ comunque sempre vietata la fotoriproduzione di opere di pubblico dominio per fini commerciali e di sfruttamento economico. Secondo l’art. 70 di questa legge “…il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini (15% di un libro o fascicolo di rivista, escluse le pagine di pubblicità) e se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica…….” La riproduzione del testo che segue non ha fini di lucro né fini commerciali e viene proposta ai lettori di altavillahistorica per il solo uso di studio personale.

Visite: 1440