Stampa
Categoria principale: 11.6 Atti e Contratti
Categoria: 11.6.1 contratti tra privati
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Contratti di soccida nella Valle Caudina  (1563) 

( Barionovi, Luigi, In Samnium, gennaio-dicembre 1994, pg.151/152 )

 

 *  *  *  *

   La soccida, dal latino societas, conosciuta già nel mondo romano ma diffusa soprattutto nel Medioevo, si riferisce ad un contratto agrario, di natura associativa, relativo all’allevamento del bestiame. In pratica un soggetto (soccidante) concede capi di bestiame ad un altro soggetto (soccidario) il quale, a titolo di pagamento, corrisponde una parte degli utili derivanti dall’attività e dall’uso del bestiame. Si pensi ai buoi utilizzati in passato per l’aratura nei campi oppure alle greggi portate al pascolo per ricavarne poi latte e formaggi e si pensi, infine, agli animali da soma come asini, muli o cavalli utilizzati per il trasporto di merci e persone. In passato, come si vedrà da alcuni contratti che saranno pubblicati su altavillahistorica, la soccida era presente anche ad Altavilla, sebbene con alcune varianti, ossia la convegna e il menando (vedi statuto cap. LXIV), e fondamentalmente ricalcava le abitudini e le tradizioni della valle caudina ovvero quelle descritte nel documento che segue a firma di Luigi Barionovi, profondo conoscitore della realtà beneventana e storico collaboratore della rivista Samnium.

 

 

 

 

 

Contratti soccida Samnium1994 00001

Visite: 568