Stampa
Categoria principale: 11 Popolazione e Territorio
Categoria: 11.10 leggende e tradizioni
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Per il folklore irpino, note e ricordi

( Pirone, Raffaele - In: SAMNIUM, gennaio-giugno 1949)         

 

*  *  *  *

   Il testo presentato in questa sezione, a firma dello storico avellinese Raffaele Pirone (1873/1862 ?), medico, diplomatico, bibliotecario e testimone oculare degli accadimenti che segnarono la rivoluzione in Russia, contiene un lavoro di ricerca sulle tradizioni e sul folclore dell’Irpinia, una terra che per il suo carattere prevalentemente montano e per la tendenza conservatrice dei suoi abitanti ha sempre presentato un particolare interesse per l’etnografia e la demologia, discipline intorno alle quali un altro irpino, Antonio d’Amato ( 1888-1938), ha altresì investigato dando alle stampe ricerche che hanno riguardato anche la nostra Altavilla e che saranno sicuramente pubblicate su altavillahistorica nel prossimo futuro.

   L’autore inizia dal tradizionale presepe che in passato veniva allestito in tutte le famiglie irpine, famoso quello settecentesco nella Chiesa di San Francesco ad Avellino, per poi passare alle consuetudini gastronomiche irpine come il pranzo di Natale fatto di fusilli conditi con il ragù di cappone. Si sofferma poi sulla benedizione dei cavalli a Pasqua e la processione dei misteri che si svolgeva il venerdì santo. Termina con il pellegrinaggio del ",,,, popolino napoletano a Montevergine che era piuttosto una gozzoviglia con quasi nulla di religioso...." e l’uso di cornetti contro il malocchio nascosti nell’abbigliamento dei bambini al momento dell'uscita e della passeggiata in strada.

 *  *  *  *  *  *

La regola generale della legge sul diritto d’autore stabilisce che un’opera diventa di pubblico dominio dopo 70 anni dalla morte dell’autore. E’ comunque sempre vietata la fotoriproduzione di opere di pubblico dominio per fini commerciali e di sfruttamento economico. Secondo l’art. 70 di questa legge “…il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini (15% di un libro o fascicolo di rivista, escluse le pagine di pubblicità) e se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica…….”

                La riproduzione di questo "estratto" non ha fini di lucro né fini commerciali e viene proposta ai lettori di altavillahistorica per il solo uso di studio personale

 

 *  *  *  *  *

PironeR FolklIrpino SAMNIUM gen giu 1949 00001

Visite: 398