welcome

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

ELENCO

Delle strade pubbliche del territorio e caseggiato del Comune di Altavilla Irpina

Compilato nel 1868 dall’Assessore perito Signor Tartaglia Serafino

Ai sensi della legge 20 marzo 1865 artt. 16 e 17

 

(L’elenco fu approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 87 del 24 settembre 1868)

Prima di venire alla clasificazione delle strade, abbiamo creduto fosse necessario premettere un cenno storico intorno all'origine di Altavilla, sue produzioni, industrie e confini con i territori dei comuni vicini. Questo Comune, la cui fondazione è tanto remota da non aver memoria, era denominato Altacoda prima del 1300 e venne pre tre volte quasi spopolato dalla peste. Poi fu detto Altavilla Tre Monti perché chi viene da settentrione vede in prospettiva tre colline, una ad oriente denominata Turone, l'altra ad occidente denominata Foresta ed in mezzo alle stesse, quasi ad uguale distanza, la terza ove vennero gittate le prime fondamenta dell’abitato e vi si accede attraverso una via erta, ma comoda . Nel centro di questo colle sorge il Palazzo del Gran Conte, titolo che assume Andrea de Capua allorché sposò la ripudiata dal Re Ladislao, Costanza di Chiaromente. Ora da tre anni con Decreto Reale denomasi Altavilla Irpina. Prima della concessione al signor De Capua (1394) era intitolata città libera. Costui, rispettando le tradizionali libertà, non esercitò mai sopra gli abitanti il feudalismo che, anzi, da fabbricati fatti eseguire, può giudicarsi che per lui questa dimora era di diporto. Tanto grandioso, ma ora diruto edificio del Palazzo, vi era un appartamento a nord-ovest destinato alla Regina Costanza ed una cavallerizza o scuderia, per oltre 60 locali.

   La postura dell’abitato è piuttosto occidentale tra nord-ovest viene intersecato da buone strade quasi tutte selciate e carreggiabili. Offre delle comode abitazioni e da meno di cento anni, si è allargato del doppio. Il territorio è ferace, e produce ogni sorta di granaglia, castagne, nocelle, ed ogni altra specie di frutta e cibarie.

   Il raccolto principale è il vino di cui si fa industria e commercio con Napoli ed altri paesi delle provincie vicine. Non manca di alcuna comodità di vita e tutto si abbonda. Gli abitanti sono piuttosto docili e molto ospitali. L’aria è salubre.

   Trovasi ad eguale distanza da Avellino e Benevento, cioè a 17 chilometri. Le arti vi rifioriscono.

   Vi è una grandiosa Chiesa di recentissima costruzione, per la quale si sono spesi oltre centomila ducati. Come capoluogo di Mandamento tiene magnifici locali per la sicurezza pubblica e per l’amministrazione della giustizia. Il territorio, quasi tutto coltivato, si estende principalmente verso Oriente e mezzogiorno confina da nord-est con quello di Chianchetella e Tufo separato dal fiume Sabato, ad oriente con quello di Prata, a mezzogiorno con quello di Montefredane e Grottolella, ad occidente con Pietrastornina, a nord-ovest con Arpaise e a settentrione con Ceppaloni.

   Assumendo l’incarico di misurare le strade che intersecano il caseggiato ed il territorio nei termini della legge 20 marzo 1865, e per quanto ne è dato alla nostra intelligenza. Per lo che abbiamo ridotto il penoso lavoro formando l’elenco che segue dividendolo in due: strade interne e strade esterne.

                                                                                                                       Serafino Tartaglia

Strade interne

1 - Strada Delle Pietre

Questa è una delle principali strade del paese ed anche la più spaziosa. La medesima comincia dall’estremità superiore del paese denominato Largo San Pietro che offre un parallelogramma e, scendendo, si dirama nella sua estremità in tre: strada Fontana, Macello e Ponte. Lungo il suo cammino si collega con altre strade che in seguito descriveremo: Pizzo Del Muro, Traversa Comunale Irpina, Foresta, Sellitti, Vicolo Dei Rossi, Ospedale, Vicolo Dei Prata. La sua lunghezza è di metri 280,00 e nel punto di partenza è larga metri 23,40. Nella sua estremità misura metri 26,00. Nell’ estremità superiore, verso il lato occidentale, vi è uno spiazzo di figura rettangolare denominato largo San Pietro, i cui lati offrono la lunghezza compensata di metri 35,00 per la larghezza di metri 34,50.

2 – Pizzo del Muro

Questa strada comincia dall’estremità superiore della Strada Delle Pietre e, dirigendosi verso sud-est, termina all’estremità dell’abitato ove biforca con due strade esterne a sud-ovest e a sud-est sotto lo stesso nome. La sua lunghezza è di metri 106,00 e larga nel punto di partenza metri 8,20. Nel mezzo misura metri 9,70 e all’estremo m. 5,78.

3 - Vigne

Al lato orientale della descritta strada Pizzo Del Muro, e quasi alla metà, comincia la strada Vigne che si congiunge con quella denominata Cimitero. La sua lunghezza è di metri 341,50 e, nell’incominciare, è larga metri 9,00. Percorso il cammino di metri 235,00, punto dove sbocca il Vico Dei Rossi, si allarga a metri 10,50 e, dopo il cammino di altri metri 90,00, si allarga ulteriormente a metri 11,50 terminando a metri 29,00 formando un largo di incontro : la Chiesa del Purgatorio.

4 - Cupa del Casino

Di riscontro alla strada Vigne ne parte un’altra che va a sboccare sulla Traversa rotabile denominata del Casino dei Caruso. La sua lunghezza è di metri 90,00 ed è larga nel punto di partenza metri 4,80. Percorso metri 26,00 si restringe a metri 3,30 terminando a metri 2,60.

5 - Vicolo dei Rossi

Ritornando sulla diramazione della strada Pietre si ha che quasi alla metà del suo cammino, dal lato Orientale, parte una strada che va a sboccare nella descritta strada delle Vigne. La sua lunghezza è di metri 115,00 ed è larga m. 3,22.

6 - Foresta e Sellitti

Dal descritto Largo San Pietro parte la strada Foresta che va ad innestarsi in quella Sellitti facendo quasi una retta e, dirigendosi verso nord-est, alla sua estremità, descrivendo un semicerchio, va a sboccare nella metà del cammino Vicolo detto Dei Prata che giace in direzione est-ovest. La lunghezza della descritta strada è di metri 320,00 e larga nel punto di partenza metri 3,00. Percorso metri 160,00, punto dove si innesta con la strada Sellitti, si allarga a metri 120,00. Incominciando la curva e percorso il cammino di metri 20,00, si stringe a metri 2,40 terminando a metri 4,10.

7 - Vicolo Dei Prata

Questo Vicolo parte dall’estremità inferiore del lato occidentale della descritta strada Pietre e, dirigendosi verso Occidente, va a sboccare nella strada Sellitti. La sua lunghezza è di metri 57,00 ; nell’imboccatura è largo metri 2,30 e nell’estremità m. 3,30.

8 - Ospedale

Nel punto di congiunzione della strada Foresta e Sellitti parte un ramo che, dirigendosi verso Oriente, va a sboccare nella strada Pietre .La sua lunghezza è di metri 53,00, largo nel punto di partenza metri 5,60 e termina a metri 2,10

9 - Fontana

Questa strada comincia dall’estremità inferiore della strada Pietre e, dirigendosi verso nord-est, va a terminare difronte alla pubblica Dogana. Si collega con la strada Tiglio (che si incammina verso Oriente) e con la piazza che guarda ad Occidente. La sua lunghezza è di metri 90,00 e la sua larghezza nel punto di partenza è di metri 5,50. Nel mezzo è larga metri 5,00 e nella sua estremità metri 10,30. Qui esiste una pubblica fontana con sei getti d’acqua e con due vasche di pietra bianca di forma quasi circolare.

10 - Tiglio

Nella estremità del lato Orientale della strada Fontana parte la strada Tiglio che dopo pochi passi termina in uno spiazzo da cui partono altre quattro strade: Cimitero, Cupitella, Condotto e Mazzuccatoia . La sua lunghezza è di metri 39,00,la larghezza nel punto di partenza è di metri 7,00. Percorso metri 2,0 si dilata a metri 9,0 e termina a m. 22,40.

11 - Cimitero

La strada parte dal largo della Tiglia e, incamminandosi verso sud-est, va a terminare nel punto dove finisce l’abitato. Incontra di lato la strada denominata Vigna e difronte quella denominata Fontana di Sant’ Angelo. Questa, lungo il suo cammino di metri 150,0, offre diverse larghezze: la prima di metri 6,00, la seconda di metri 3,00, la terza di metri 6,00, la quarta di metri 8,20 e l’ultima di metri 5,00.

12 - Cupitella

Questa strada, partendo dal detto largo Tiglia, si estende verso Oriente, e va a collocarsi con le due strade esterne denominate del Carmine e Cupitella. La sua lunghezza è di metri 70,00 e la sua larghezza nel punto di partenza è di m. 4,50. Nel mezzo misura metri 5.20 e nella sua estremità m. 4,40.

13 - Condotto

Incomincia dal largo della Tiglia, ed estendendosi verso oriente, nella sua estremità trova un vicoletto, che prende la direzione di nord-est che la congiunge all’altra della stessa denominazione, la quale giace quasi parallela alla prima e termina nel punto denominato Pietra Mazzuccatoia. La prima è della lunghezza di m. 50,00 per la larghezza di m. 3,05 nel punto di partenza e di m. 5,00 nella estremità. La seconda è della lunghezza di m. 30,00 per la larghezza di m. 2,90 nel punto ove fa angolo col vicoletto è di m. 6,60 all’altra estremità. Il vicoletto che unisce le innanzi descritte strade è della lunghezza di m. 20,00, largo m. 1,90.

14 - Pietra Mazzuccatoia

Ha la sua origine anche dal largo della Tiglia e, prendendo la sua direzione nord-est, va a congiungersi con quella denominata S.Cosimo e Condotto. La sua lunghezza è di metri 30,00 e, nel punto di partenza, è larga metri 5,20. Nel punto dove forma l’angolo con la strada S.Cosimo si dilata a metri 5,70 e termina a metri 5,10.

15 - Via San Cosimo

Parte dalla strada Pietra Mazzuccatoia prendendo la direzione nord-ovest e, verso la sua estremità, descrivendo due curve ,l’una in senso opposto dell’altra, sbocca nella strada nuova .La medesima, lungo il suo cammino, si divide in quattro rami,due dei quali conservano la medesima denominazione. Degli altri due, il primo prende il nome di SS. Annunziata ed il secondo di Rotigliano. La lunghezza di questa strada è di metri 108,00 e la sua larghezza variabilissima, essendo una strada costruita nell’epoca in cui sorgevano le prime mura del paese. Per darne un’idea descriveremo le più importanti. Nel punto di partenza offre la larghezza di metri 4,00;la seconda parte è di metri 2,10;la terza di metri 2,00; la quarta di metri 1.80;la quinta di metri 2,30;la sesta di metri 2,50.

16 - Annunziata

Questa strada è il primo ramo che parte da Via San Cosimo e va a sboccare nel largo della Piazza. La sua lunghezza è di metri 38,00 ed è larga nel punto di partenza metri 2,70. Nel mezzo misura metri 2,80 ed alla sua estremità metri 1,60.

17 - Vico Rotigliano

E’ un secondo ramo che parte dalla strada San Cosimo e, descrivendo una curva, va a sboccare verso l’estremità della medesima .La sua lunghezza è di metri 37,00 e nel punto di partenza è largo m.2,30 terminando a metri 1,60.

18 - Vico I° San Cosimo

Di rincontro al Vico Rotigliano parte questo ramo che va a sboccare sulla strada Chiesa Madre. La sua lunghezza è di metri 30,00; la sua larghezza è di metri 2,70 e termina a metri 2,50.

19 - Vico II° San Cosimo

Quest’ultimo ramo della Strada San Cosimo sbocca anche sulla Chiesa Madre. La sua lunghezza è di metri 27,00 ed è largo nel punto di partenza metri 2,00. nel mezzo misura metri 1,40 ed all’estremità metri 2,80.

20 - Piazza

Incomincia dall’estremità del lato occidentale della Fontana e, per la lunghezza di metri 6,00, offre la larghezza di metri 4,40. Percorso altri metri 4,80, si allarga (ad un solo lato) a metri 8,40. Qui si trova il largo della Piazza, il quale offre la figura di un trapezio ,la cui superficie è di metri quadrati 270,30. Sul lato che guarda il SUD esiste un altro spiazzo a forma di rettangolo denominato Cavallerizza della lunghezza di metri 20,00 per 10,00.

21 - Ponte

Allo spiazzo denominato Cavallerizza si attacca una strada che va a sboccare nell’estremità inferiore della strada Pietre. La sua lunghezza è di metri 64,00,la sua larghezza è di metri 3,40 nel punto di partenza,e di m.3,60 nel suo estremo

22 - Strada Macello e Taverna

Parallela alla strada Ponte ve ne esiste un’altra che parte dal largo della Piazza e va a congiungersi anche con la strada Pietre. La sua larghezza nel punto di partenza è di metri 5,00 e,percorso la lunghezza di metri 39,00,si allarga a metri 5,80. Da questo punto dilatandosi sul lato occidentale prende la larghezza di metri 10,30e,dopo l’intero suo cammino di metri 40,00, si restringe a metri 7,30.

23 - Chiesa Madre

Parte questa anche dal largo della Piazza e va a congiungersi con quella denominata Fornillo. La medesima, nel punto di partenza, offre la larghezza di metri 3,00e,percorso un tratto di m. 43,00 si allarga a metri 3,20.A questo tratto prende uno spiazzo della lunghezza di metri 40,00 largo metri 11,00.

24 - Supportico Campanile

Incomincia nel punto dove si collega il largo Chiesa Madre con la strada Fornillo e va a terminare nel punto denominato Torretta,che esiste all’estremità dell’abitato. La sua lunghezza è di metri 58,00 per la larghezza di metri 2,00.

25 - Fornillo

Questa strada principia dal largo Chiesa Madre, e dopo il cammino di metri 7,00, s’innesta con quella denominata Strada Nuova. La sua larghezza nel punto di partenza è di metri 2,30; nel mezzo misura metri 5,40 e nell’estremità 2,20. Percorso circa un terzo della strada sopradescritta si trova un breve ramo denominato anche Fornillo che va a sboccare nel largo Torretta. La sua lunghezza è di metri 27,00, larga metri 3,40 e termina a metri 2,70.

26 - Pedarina

Parte dal punto dove si collega la strada Fornillo con la Strada Nuova e va a sboccare nell’antica Piazza detta del Sambuco .Questa è lunga metri 30,00,larga metri 2,40 e termina a metri 2,00.

27 - Strada Nuova

Questa comincia dall’estremità della Strada Fornillo e termina innestandosi con quella esterna denominata Fontana Barile. La sua lunghezza è di metri 90.00 ed è larga metri 2,20. Nel mezzo è metri 3,70 e all’estremità metri 3,10

28 - Strada Dietro La Cavallerizza

Questa strada parte dal punto medio della strada Taverna e, dirigendosi verso nord-ovest, va a terminare alle spalle del fabbricato della Chiesa Madre e precisamente nel punto ove termina l’abitato. La sua lunghezza è di metri 74,00 ed è larga nell’imboccatura metri 3,30. Verso la metà del suo cammino si allarga a metri 4,50 e termina a metri 3,90. Percorso metri 4,40 dal punto di partenza,e precisamente appena terminato l’arco del Ponte, quasi ad angolo retto, ne parte un’altra della medesima denominazione, la quale dirigendosi verso nord-est, e fatto un terzo del suo percorso, si volge a nord-ovest e va a sboccare nella sopra descritta strada. La sua lunghezza (escluso lo spiazzetto che intercede tra questa e la prima lunghezza del quale è compresa nella prima) è di metri 52,40 . La sua larghezza nel punto di partenza è di metri 3,00. Dopo il cammino di metri 8,70 si dilata a metri 3,50 e, percorso altri metri 7,70, si restringe a metri 2,70. Successivamente si allarga e termina a metri 5,20.

Totale m. 2.759,50 = Km. 27,759.

Strade esterne

   L’intero agro del Comune viene intersecato da moltissime strade delle quali poche sono le principali che lo mettono in comunicazione con i limitrofi. Tutte le altre sono considerate come secondarie o vicinali destinate a congiungere fra loro linee principali per maggior comodità dei cittadini, onde accedere alle svariate contrade.

   E’ da notarsi che tutte le strade, lungo la loro linea, prendono la denominazione delle stesse contrade che attraversano. Perciò onde darne un’idea più distinta è stata necessità dividere ciascuna linea in tanti tronchi per quante sono le diverse denominazioni. Noi quindi nella descrizione che andremo a fare adotteremo il sistema di descrivere prima la linea principale divisa in tanti tronchi per quante sono le denominazioni diverse che prende lungo il suo cammino, e poi passeremo a descrivere i rami, che partono dalle linee principali incominciando a ragionare di quelli che sono i primi ad incontrarsi partendo dall’abitato.

29 - Traversa Rotabile

Comincia nell’imboccatura del paese e precisamente all’estremità superiore della Strada Delle Pietre. Va a collegarsi con la Provinciale Irpina che unisce Montesarchio ad Avellino. La sua lunghezza è di metri 1.547,00, la larghezza nel punto di partenza è di metri 10,30 e termina a metri 7,00.

 

30 - Strada che conduce ad Avellino ed altri paesi

Sul terminare dell’abitato, la strada Pizzo del Muro si biforca sotto lo stesso nome. Il tronco di sud-ovest termina all’innesto della strada Ciriello a dritta e prosegue col nome di S.Manco a sinistra .Quella di sud-est termina alla cupa Fossa dei Lupi, prendendo la denominazione ORNI. Il primo tronco di sud-ovest parte dal punto estremo di questa strada. La sua lunghezza è di metri 303,00 e, nel punto di partenza è di metri 7,80. Percorso metri 10,00 si restringe a metri 6,90. Dopo altri metri 30,00 si restringe a metri 5,20 e, a metri 180,00, diventa di mt. 5,10. A metri 83,00 si restringe a mt.4,90. L’altra diramazione di sud-est, sino a Fossa dei Lupi, offre la lunghezza di metri 277,00 ed è larga nel punto di partenza metri 6,00. A metri 140,00 si restringe a mt. 4,00 e così termina.

31 - San Mango

Questa strada che mena in Avellino per due sbocchi, uno per Grottolella cavalcabile, l’altro per l’Irpinia, prende varie denominazioni sino al confine del territorio di Grottolella: Lucione, Croce Del Monaco e Toro. Questo primo tronco è lungo metri 634,00 e, nell’incominciare, largo metri 4,50. Dopo il cammino di metri 167,00 si biforca a sud-ovest e, prendendo la linea sud-est, conserva la medesima larghezza per altri metri 277,00 ove, poi, si allarga a metri 4,90. Dopo metri 80,00 si restringe a metri 4,00 ed a metri 110,00 si dilata nuovamente a m. 4,50. Termina a m.3,80.

32 - Lucione

Questo tronco va a congiungersi con l’altro denominato Croce Del Monaco che è lungo metri 392,00 e largo nel punto di partenza metri 3,80. A metri 192,00 si restringe a m.3,50 e termina a m.4,00 .

33 - Croce Del Monaco

Sotto questa denominazione va ad innestarsi con l’altra detta Toro, la cui lunghezza è di metri 320,00, larga m. 5,00 fino a m. 170,00, dopo di che incomincia a restringersi terminando a metri 4,00.

34 - Toro

Quest’ultimo tronco va a terminare sul confine del nostro territorio con quello di Grottolella. La sua lunghezza è di metri 1.685,00 per metri 4,00. A metri 982,00 si restringe a metri 2,60 e, percorso il cammino di altri metri 587,00 si allarga a metri 5,00 e così termina.

35 - Ciriello

Ritornando alla biforcatura della strada Pizzo Del Muro, dal lato sud-ovest, si ha la strada Ciriello nel di cui punto d’innesto è larga metri 5,00. Percorrendola sino al territorio di S. Angelo a Scala, traversando la strada Irpina, prende varie denominazioni: Sassano, Campo Molino, Pincera, Russo ed è lunga metri 1.774,00. Allargandosi e restringendosi in vario modo, cioè dopo percorso il cammino di metri 132,00, si restringe a m. 3,70 , a metri 78,00 si restringe di m. 4,20 e a m. 93,00 di 4,30.

Nella denominazione Sassano, lunga metri 397,00 è di metri 4,30. In quella Campo Molino, di metri 130,00, è della medesima larghezza . Nell'altra detta Pincera, di metri 285,00 incomincia a metri 4,30, a m.144,00 è larga m.3,40 e termina a m. 3,60. Nell’ultima nominata Russo di m.619,00 è larga m.3,60, a m.177,00 è larga m. 3,40 e termina a m. 2,50.

36 – San Mango

Secondo ramo San Mango linea sud-ovest che incomincia dal fondo di Don Nicola Caruso e termina sulla strada Irpina.

Il primo tronco di questa strada principia nel punto dove si dirama la strada denominata Lucione formando quasi un angolo retto, con l’altra diramazione di sud-est, s’incammina verso sud innestandosi col secondo tronco denominato Pincera. La lunghezza di questa è di metri 747,00 la sua larghezza nel punto di partenza è di metri 6,00 e va a terminare a metri 4,40.

37 - Pincera

Questo secondo tronco che va terminare sulla strada Irpina è di metri 620,00 la sua larghezza è di metri 4,40 e termina a metri 5,00.

38 - Fontana Dei Peschi

Questa strada è una diramazione di quella detta Croce Del Monaco che, intersecando il fondo del Marchese Gentile, sbocca sull’altra detta Toro ed è di due tronchi. La lunghezza unita è di metri 1.684,00. Il primo tronco è di metri 1.021,00 è largo metri 2,10 e termina a m. 2,00. Il secondo, sotto la denominazione Campo Fiorillo, è di metri 663,00 ed è largo m. 2,00 e termina a m. 2,60.

39 - Orni

Questa linea principia dalla Cupa Fossa Dei Lupi e termina alla Croce Del Monaco. Quest’ultima, verso la sua estremità, per la lunghezza di metri 230,00 prende la denominazione Piante. La sua lunghezza è di metri 1.196,00 e nel punto di partenza è larga metri 4,00. Percorso metri 150,00 si allarga a metri 5,00 e, dopo il cammino di altri metri 155,00 si restringe nuovamente a metri 4,00 e va a terminare a metri 3,00.

40 - Fontana S.Angelo

Questa strada ha il suo punto di partenza dall’estremità di quella Cimitero e, nel suo cammino, si dirama per mettere capo a varie altre strade principali. La linea di cui parliamo conduce a Tufo sotto varie denominazioni che andremo a descrivere dopo questo. Il primo tronco denominato S.Angelo, sino al pubblico fonte sotto lo stesso nome, offre la lunghezza di metri 1.029,00 ed è largo nel punto di partenza metri 5,00. A metri 160,00 si allarga a metri 6,80 e a metri 60,00 si allarga a m. 7,00. A metri 176,00 si restringe a m. 4,00 ed a metri 121,00 si allarga a m. 4,70. Percorso altri metri 133,00 sul lato destro, si trova un laghetto di forma trapezoidale ove esiste la pubblica fontana. Maggiore larghezza dello spazio è di metri 26,80. Dopo il cammino di altri metri 150,00 è largo metri 6,00 e, percorso altri metri 20,00, si restringe a metri 5,00 e così continua sino alla sua estremità.

41 - Crocevia

Questo tronco è della lunghezza di m. 197,00. La sua larghezza è di metri 5,00 e, dopo aver percorso metri 50,00 si allarga a metri 6,00 e così termina.

42 - Belvedere

Questo punto culminante sulla cresta di una collinetta è tradizionale per il suo orizzonte e fu scelto dal Conte di Altavilla come luogo di riposo della sua passeggiata. Era circuìto da grandiosissimi e secolari alberi di pioppo che, per la di loro altezza e grandezza, non avevano degli eguali. Undici di questi pioppi erano sufficienti a circoscrivere il largo che allora era il doppio dell’attuale. Furono recisi nel 1826 per uso della chiesa allora in costruzione.Verso il lato Settentrionale, guardando mezzogiorno, vi era un fabbricato di cui ora appena se ne scorgono indizi il di cui scopo era di passare in piacevole brigata qualche ora dopo la passeggiata.

43 - Pannone e Toppa

Dal largo Belvedere procedono due altri tronchi, uno detto Topparella verso sud-est e l’altro ad oriente detto Pannone e Toppa. Proseguendo la linea principale che mena a Tufo discorreremo di questo ultimo il quale è lungo metri 655,00 e, nel punto di partenza, largo metri 4,60. Alla lunghezza di metri 135,00 si restringe a metri 4,00 e va a terminare a m. 3,30 nel punto dove incomincia la denominazione di Acqua Fredda.

44 - Acqua Fredda

Questo tronco è lungo m. 346,00 e largo metri 3,30.

45 - Pannone Di Sopra

Questo sesto tronco offre la lunghezza di metri 481,00 largo 3,30 e termina a m. 3,00.

46 - Ischita (o)

Quest’ ultimo tronco, che va congiungersi con la strada che mena a Tufo, offre la lunghezza di metri 165,00 e la larghezza di m. 3,00 nel punto di partenza e termina a metri 5,00.

47 - Giardino

Ritornando sul tracciato della descritta strada Sant’angelo, si trova nella prima diramazione di essa, e di rincontro alla casa rustica detta masseria dell’Erario (oggi) Cirelli, un’altra linea principale che mena a Montefredane, che appellasi Giardino, della quale strada ora ci occuperemo a descrivere. La stessa ha molte denominazioni e diramazioni. La prima appellasi Giardino, questo tronco è della lunghezza di metri 721,00 e la sua larghezza nel punto di partenza è di metri 7,00. Percorso il cammino di metri 225,00 si restringe a metri 3,50 e così continua per altri metri 76,00. Da questo punto va ad allargarsi man mano, terminando a metri 6,00.

48 - 2° tronco Selviachetta

Questo pezzo è lungo metri 170,00 e largo metri 6,00.

49 – 3° tronco Ortolano

E’ lungo metri 120,00 e largo metri 6,00 in tutta la sua lunghezza.

50 – 4° tronco Bosco Di Giacco

E’ lungo metri 301,00 largo m. 6,00 e termina a metri 3,80

51 – 5° tronco Cappella

Questo è lungo metri 1.131,00 e largo metri 3,80 e, dopo il cammino di metri 335,00 si restringe a metri 3,30. Percorso altri metri 149,00 si allarga a metri 4,00 e va a terminare a metri 3,30.

52 -6° tronco Casa Di Paola

Questo è lungo metri 470,largo 3.30 e termina a m. 4.00.

53 - 7 tronco Bosco Della Corte

Quest’ultimo tronco, che termina innestandosi col territorio di Montefredane, è lungo metri 582,00 largo metri 4.00 e termina a metri 3,00.

54 - Giardino

La descritta linea Giardino sotto sette tronchi offre le sue diramazioni. La prima di esse è quella che si incontra prima di incominciare il tronco Selviachietta che, sotto alla medesima denominazione Giardino, va a raggiungere l’imboccatura della strada denominata Piante. Questo ramo offre la lunghezza di metri 653,00 per la larghezza di metri 2,20.

55 - Orni.

Percorso quasi un terzo della sopra descritta strada trovasi un piccolo ramo che mette in comunicazione questa con quella denominata Orni. La lunghezza di questo ramo è di metri 136,larghezza media metri 2.00.

56 - Cappella o Casa Di Paola

Lungo il tronco denominato Cappella e precisamente nel punto ove esiste la Cappella di Loreto, parte un secondo ramo che va a congiungersi con la strada denominata Toro. La sua lunghezza è di metri 1406,00 la sua larghezza media è di metri 3,50.

57 - Bosco della Corte

Nel principio di questa strada ha origine un ramo che prende la medesima denominazione del tronco principale e va pure a sboccare nella strada Toro. La sua lunghezza è di m.794,00 per la larghezza di metri 3,00.

58 - Topparelle

Questo ramo (primo tronco) che dal largo Belvedere va ad innestarsi con la strada che conduce a Prata (che prende la denominazione secondo le contrade di Toppa, Pariti e Valle) è di m.406,00 largo 4,60 e termina a m. 4,00.

59 - Pariti

La lunghezza di questo scondo tronco è di metri 4,60 per la larghezza di m. 4,00.

60 - Valle

Quest’ultimo tronco è lungo m. 293,00. La sua larghezza è di m. 4,00 e termina a m. 3,30.

61 - Santo Trifone

Nell’angolo dove si innestano i tronchi Pariti e Valle sorge un ramo che prende la denominazione di S. Trifone, il quale, partendo da questo punto, va a congiungersi con la strada denominata Casa di Paola. La sua lunghezza è di metri 12,38 e largo m.3,50.

62 - Cappella

Percorso il cammino di metri 924,00 del ramo S.Trifone si trova un’altra strada pur denominata Cappella che mette in comunicazione il ripetuto ramo con quest’ultima descritta. La sua lunghezza è di metri 370,00 e larga metri 4,00.

63 - Condotto

La seconda diramazione della strada S.Angelo è quella che, poco prima di giungere al fonte, si spinge verso sud-oveste si innesta con la strada denominata Giardino .La sua lunghezza è di metri 380,00 larga m. 3.00 e termina a m. 2,70.

64 - Crocevia

La terza diramazione della strada S.Angelo è quella denominata Crocevia che mena verso sud-est e, lungo il suo cammino, si cambia in quella di Postia Valle D’alfi. Termina con quella di Cappella e precisamente di rincontro alla Cappella di Loreto. La sua larghezza è di metri 1062,00 larga nell’imboccatura metri 7,00 e, dopo il cammino di metri 715,00 si restringe a metri 3,00 e così va a terminare .

65 - Strada Del Carmine

Questa linea principia dall’estremità della strada interna denominata Cupitella. La stessa ha parimenti varie diramazioni. Il primo tronco denominato come sopra è lungo metri 300,00 ed è largo nel punto di partenza metri 4,60. Dopo il cammino di metri 70,00 si restringe a metri 4,40 e così termina. All’estremità di questo tronco si trova un largo spiazzo che offre la figura di un triangolo isoscele che ha due lati ognuno di metri 30,00 ed il terzo di metri 10,00 nell’angolo, che guarda oriente parte il tronco denominato Pannone di Sotto che descriveremo, ed all’estremo del lato minore, che guarda nord-est partono altri due rami, uno dei quali conduce alla Cappella del Carmine, e l’altro va alla contrada Formusi.

66 - Pannone Di Sotto

Questo secondo tronco, che va a terminare nella contrada Ischita, offre la lunghezza di metri 2.399,00 .La sua larghezza nel punto di partenza è di metri 4,40 e, dopo il cammino di metri 230,00 si allarga a metri 4,60. Percorso altri metri 797,00 si restringe a metri 4,00 e così continua sino alla sua estremità.

67 - Formusi

Questo primo ramo comincia all’estremità della strada del Carmine e termina la fontana dei Formusi. La sua lunghezza è di metri 433,00 ed è larga metri 3,30. Percorso il cammino di metri 109,00 si restringe a metri 2,50, e dopo il cammino di altri metri 262,00 si restringe a metri 1,40 e termina a metri 2,00.

68 - Cupa dei Mulattieri e Marmora

Percorso il cammino di metri 750,00 del secondo tronco, sorge un secondo ramo che va ad innestarsi all’estremità della strada S. Angelo e precisamente in quel punto denominato Crocevia. La lunghezza di questo ramo è di metri 457,00 la sua larghezza è di metri 3,00 e termina a metri 4,00. Percorso altri metri 64,00 si trova un terzo ramo che va dal e che formava una continuazione del sopra descritto ramo e che conserva la stessa denominazione di Cupa dei Mulattieri. Questo va a sboccare sulla strada denominata Formusi, strada che conduce ai molini del signor Capone ed a Petruro. La lunghezza del descritto ramo è di metri 586,00 e la sua larghezza è di metri 4,00 e termina a metri 3,00.

69 - Cupa dei Pannoni di Sotto

Verso la metà del cammino del ramo Mulattieri sorge un’altra stradetta che si dirige verso oriente, descrivendo una curva che va a sboccare sul tronco principale. La sua lunghezza è di metri 522,00 per la larghezza media di metri 2,60.

70 - Fontana Barile

Questa strada mette in comunicazione l’abitato del Comune con altri paesi come Benevento, Ceppaloni, Chianchetella, Petruro, Torrione ed altri. La linea principale comincia dall’estremità dell’abitato nel punto detto della strada Nuova e termina al confine del territorio di Altavilla per innestarsi con quello di Chianchetella sulla strada che va a Benevento ed altri paesi. Mediante le sue diramazioni mette capo a molti altri punti, che in seguito descriveremo.

Il primo tronco di questa linea denominata Fontana Barile è lungo metri 356,00 e largo metri 3,30. Dopo il cammino di metri 146,00 e precisamente nel punto dove esiste l’antica fontana, cambiando direzione, forma un angolo acuto ed in quel punto offre la larghezza di metri 7,40 e termina a m. 5,80.

71 - Frondelle e Ponte Del Gelso

Questo secondo tronco è lungo metri 4,60 e largo metri 5,80. Percorso metri 50,00 si restringe a metri 5,00 e, dopo altri metri 90,00 si allarga a metri 6,30. A metri 75,00 si riduce a metri 5,00 e poi a metri 4,00 e termina al ponte a metri 5,20.

72 - Ponte dei Santi o del Gelso

Tra la strada Frondelle e Ponte del Gelso è la strada Taverna esiste un ponte sul fiume Avellola della lunghezza di metri 46,00 per la larghezza di metri 4,10. Questo ponte di non valida ma antica costruzione tiene uno dei due pilastri, quello di occidente, poggiato sopra un’antichissima costruzione dell’acquedotto Sannitico, che portava le acque a Benevento, quando le sorgive superiori del fiume Sabato erano portate in Napoli per il condotto Claudio.

73 - Taverna Del Gelso

Quest’ultimo tronco che va a sboccare sulla strada che conduce a Benevento, nel punto di congiunzione col territorio di Chianchetelle, offre la lunghezza di metri 290,00 e la larghezza di metri 5,00 terminando a metri 3,40.

74 - Isca al Ponte del Molino

Questa è una delle diramazioni del secondo tronco nel punto ove si cavalca il detto Ponte che conduce a Petruro ed ai molini, come abbiamo detto innanzi, ed è di lunghezza metri 403,00 largo m.5,00 e termina a metri 3,00, ove si dirama con un piccolo altro tronco che mena al molino. A sinistra si cavalca il fiume Sabato mediante un ponte di fabbrica di recente costruzione fatta a spesa dei naturali del Comune di Altavilla e del padrone del mulino e con qualche soccorso del Municipio, sicchè potrebbe dirsi opera consortile. E’ formato a due luci e congiunge il territorio di Altavilla e Tufo con la strada che mena a Petruro ed altri Comuni.

 

75 - Cupitella o Fontana Barile

Nel punto ove esiste la Fontana Barile vi è una strada a sud-est che va a congiungersi all’estremità di quella denominata Cupitella da cui questa ha origine. La sua lunghezza è di metri 143,00 larga metri 4,70 e termina a m.3,50.

76 - Ortore

Nel punto medio del tronco denominato Frondelle e Ponte parte un ramo che, passando dinanzi alla Fontana così detta al piede del Castello, va a sboccare sulla strada Ripa che conduce al Camposanto. La lunghezza di questo ramo è di metri 643,00 largo sul punto di partenza metri 2,30 e termina a metri 2,80.

 

77 - Cupa del Molino o Formusi

Nel punto opposto alla strada Ortore, sul tronco Frondelle, sorge il ramo denominato Cupa del Molino che va a sboccare sul tronco Isca al Ponte del Molino. La sua lunghezza è di metri 271,00 largo metri 2,60 e così termina.

78 – Piane

Al di là del Ponte del Gelso e sul finire dei ruderi del condotto Sannitico, nel tronco denominato Taverna del Gelso, sorge un ramo che si dirige verso occidente per terminare sul territorio di Arpaise (provincia di Benevento) e che si allunga con quella che mena a Terranova, villaggio di detto Comune. Questo ramo sino al punto d’innesto è di metri 820,00 e largo nel punto di partenza metri 4,50. Dopo m.50,00 si restringe a metri 3,50 e, dopo m.190,00 a m.4,70; a metri 110,00 si allarga a m. 4,40 e termina a m.3,30. Anche questo ha due diramazioni. La prima Piana o Isca Longa che termina al Vallone delle Piche, ove si innesta con la strada detta esclusivamente Isca Longa in tenimento di Arpaise, che si innesta con la Irpina presso la taverna di Bernardino Manto. La lunghezza di questo tronco è di metri 480,00 ed è largo metri 3,00. La seconda diramazione verso settentrione si denomina Pezze ed incomincia dopo 530,00 metri dal punto di partenza del tronco principale Piano e s’innesta con altre strade che menano a Ceppaloni ed Arpaise, trovando nel punto d’innesto un trivio. La annunciata seconda diramazione è lunga metri 740,00 ed è larga metri 3,50 terminando nel trivio a m.3,00. Delle diramazioni del trivio, una si allunga verso oriente denominata Pezze e Feudo che s’innesta all’estremità della strada Taverna a Pietramara. Partendo dal trivio, percorsi 205,00 metri, questo ramo incontra l’aia di Pasquale Bruno (la quale viene attraversata e divisa) e s’incammina verso la contrada Feudo che poi attraversa. L’intera sua lunghezza è di metri 1.163,00 Nel punto di partenza è larga metri 3,00 e, percorso il cammino di 658,00 metri, si rinvengono due grossi termini lapidei che indicano la larghezza della strada che in quel punto è di metri 2,00. All’estremo termina a metri 3,00. La seconda diramazione che mena ad occidente e termina sul confine di Terranova denominata anche Pezze, è lunga metri 40,00 ed è larga metri 3,00.

79 - Ripe

Questa linea va a sboccare sulla strada Irpina e mette in comunicazione questa con altri paesi come Pietrastornina, Terranova, Arpaise, Rocca, Pannarano, San Martino, Montesarchio e Cervinara. Il primo tronco comincia dove termina la strada denominata Dietro la Cavallerizza e va a terminare dove sbocca la strada che conduce alla Fontana piedi Castello e Ortore. La lunghezza di questo tronco è di metri 176,00 e la larghezza nel punto di partenza è di metri 3,90. Percorso metri 10,00 si allarga a metri 6,00 e, dopo altri 50,00 metri, si restringe a metri 4,40. A metri 40,00 si restringe a metri 4,00. Dopo il cammino di altri metri 20,00 si restringe a metri 5,00 e va a terminare a metri 5,20.

80 - Ortore

Questo secondo tronco si dirama alla sua estremità e conduce al Camposanto. La sua lunghezza è di metri 167,00 e, nel punto di partenza è largo m.4,70. Percorso il cammino di metri 70,00 si allarga a metri 5,10. Dopo altri metri 40,00 si restringe a metri 3,50 e, dopo altri metri 17,00 si allarga a metri 4,35 terminando nel bivio a metri 5,50.

81 – Giunture

Questo terzo tronco prima formava una sola continuazione con l’altro che andremo a descrivere, ma dietro la costruzione della strada Irpina una posizione è stata occupata dalla medesima perciò noi la descriveremo in due tronchi, come attualmente giace il primo che sbocca sulla strada Irpina. La sua lunghezza è di metri 132,00 e la larghezza nel punto di partenza è di metri 8,00. Fatto il cammino di metri 26,00 si restringe a metri 5,30. Percorso altri metri 46,00 si allarga a metri 6,30 e, dopo altri metri 40,00 si restringe a metri 5,30 terminando a metri 7,60. Il secondo tronco che principia dalla strada Irpina e precisamente dalla distanza di metri 90,00 dal punto dove termina il primo, e va a terminare sulla sponda sinistra del fiume Avellola, il quale divide il tenimento di Altavilla con quello di Terranova, è lungo metri 289,00 e largo metri 3,00.

82 – Tufara

Questo tronco conduce a Pietrastornina. Dopo il cammino di metri 590,00 della strada Irpina, principiando dal punto dove sbocca il primo tronco della strada Giunture, parte il tronco denominato Tufara che va a terminare all’estremità di questo territorio che si congiunge con la strada che conduce ad un villaggio denominato Grastiello e di là mena a Pietrastornina ed altri paesi. La lunghezza del descritto tronco è di metri 1.243,00 la sua larghezza nell’imboccatura è di metri 4,00. Dopo il cammino di metri 299,00 si restringe a metri 3,30 e, percorso altri metri 335,00 si dilata a metri 4,00 terminando a metri 2,70.

83 - Valle Carrera ossia Strada del Camposanto

Questa strada parte dall’estremità della strada Ortore e termina all’estremità del Camposanto. La sua lunghezza è di metri 101,00 e nel punto di partenza larga metri 5,70. Dopo il cammino di metri 23,00 si restringe a metri 3,50 e dopo altri metri metri 30,00 si restringe a metri 3,10. immediatamente si allarga a metri 4,50 e termina a metri 2,80.

 

84 - Strada del Largo Torretta o Porta Fuggila

Attraversando la Ripe si giunge alla Fontana detta Piedi del Castello Non si è potuto precisare la lunghezza di questa strada perchè, essendovi più sentieri nella Ripa, non si sa con precisione quale sia l’antica destinata al pubblico passaggio. Abbiamo misurato quella che ci è stata indicata dall’assessore sig. Girolamo Cirelli e l’abbiamo trovata della lunghezza di metri 118,00 (compresa una posizione già occupata dal proprietario della Ripa). La larghezza media è di metri 2,00.

85 - Ripe

Questa strada è un ramo della strada Ripe il quale va a mettersi in comunicazione con quella denominata Supportico del Campanile, Fornillo e Pedarina. La lunghezza di questo ramo è di metri 78,00 ed è larga metri 2,50.

Altavilla Irpina li 9 agosto 1868LOGOridotto

                                                                       Serafino Targalia