welcome

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

1871 26 10 GN verbalefucili 00001Copia del Verbale redatto il 26 ottobre 1871 relativo allo stato dei fucili della Guardia Nazionale:

   L’Anno milleottocentosettantuno il giorno ventisei ottobre nella Casa Comunale di Altavilla Irpina

   Noi Giuseppe Pellegrini Assessore Delegato alle funzioni di Sindaco per lo stesso assente, assistito dal Segretario Comunale Sig. Severino Michele

    In esecuzione delle disposizioni dell’onorevole Sig. Prefetto della provincia contenute nella circolare del 24 maggio ultimo n. 5938 Div.ne 3^ Sez.ne 2^ intesa ad accertare le armi pertinenti a questa cittadina Milizia.

   Premesso che la milizia di questo Comune venne disciolta con Real Decreto del 19 maggio 1870 nella quale occasione il Sindaco si diede tutte le possibili cure per assicurare le armi che presso i militi esistevano, e poiché la consegna di dette armi, la lodata Prefettura le consegnava direttamente al Capitano d’armamento del disciolto Battaglione, e costui che le scaricava nella propria abitazione procedeva consegnarli a singoli militi senza l’intervento di acun’autorità Municipale e senza manco farmene elenco nominativo, almeno come è a sopporsi poiché richiestone allorchè i fucili furono ritirati al caso di ottemperarvi, permodochè non se ne conosceva il numero preciso. Intanto nel giugno dello scorso anno si riuscì a raccoglierne il numero di 209, acclarandosi pure che uno era stato rubato al milite Donato Vardaro nella Sala destinata pel servizio ordinario della Guardia Nazionale, ed un altro rubato al milite Filippo Tartaglia in atto conduce vasi in campagna, in quale occasione fu svestito anche degli abiti da malfattori ignoti, oggetti questi fatti di apposito processo.

   Ritenuto poi che i fucili presso questi militi ascendeva al numero di 217, giusta la sopra citata nota Prefettizia, ci siamo dati ogni cura per rinvenirne i mancanti che fortunatamente vi si è riuscito.

   Dichiariamo perciò che i fucili dello Stato esistenti e conservati in una stanza di questa Casa Comunale in presenza nostra numerati ascendono al numero di Duecentoquindici tutti in buono stato e forniti di bajonetta.

   Per i due fucili dispersi dai militi soprannominati, il Municipio fa le più ample riserve e proteste in ordine alle pretenzioni di pagamento restando alle parti interessate di mostrarne, e legalmente accertarne la dispersione.

    Del che ne abbiamo redatto il presente processo verbale in doppio esemplare da trasmettersi al Sig. Prefetto della Provincia a mente dedell’art.60 della legge 4 marzo 1848.

                                                                                      p. Il Sindaco

                                                                                         G. Pellegrini

                    Il Segretario Municipale

                           M. Severino

Avellino 4 dicembre 1871LOGOridotto

    Visto

    Il Prefetto